Principali Categorie Olistiche

Arteterapia olistica (ad espressione corporea) – Tutte le espressioni dell’esistenza si riversano nella formazione dell’Arteterapeuta olistico. Il movimento della DANZA si fonde con le tradizioni dello YOGA, del TANTRA, dell’uso della VOCE e delle antiche culture tribali e sciamaniche, dando vita a una tecnica completa di lavoro corporeo che porta l’individuo, attraverso un’armonica attivazione del sistema psico-fisico, alla trasformazione energetica. Questa facilita lo stato meditativo portando ad un’espansione dei canali creativi. Così l’ESPRESSIONE CORPOREA può diventare MEDITAZIONE, fonte creatrice di tutte le Arti: DANZA, MUSICA, CANTO, PITTURA, SCULTURA, SCRITTURA, RECITAZIONE.
Feng Shui – L’uomo è influenzato dall’ambiente naturale in cui vive e a sua volta lo influenza. Il Feng Shui è l’arte che regola questa interazione permettendo all’uomo di vivere in armonia con la natura. Una particolare attenzione viene rivolta all’abitazione attraverso l’analisi di tutti gli aspetti che influenzano lo stile di vita e il benessere di chi la occupa. Nella tradizione cinese, un Maestro di Feng Shui conosce la medicina, l’astronomia e l’astrologia, la geometria, la biologia, la geologia e biogeologia, la radioestesia e la geomanzia, la psicologia del profondo, il corpo umano… Queste conoscenze gli permettono di creare un rapporto di simbiosi tra uomo e natura finalizzato al raggiungimento di un’armonia collettiva. Occuparsi della propria abitazione significa occuparsi di se stessi, seguendo un percorso di autoconsapevolezza e autoelevazione. Ogni zona della casa corrisponde ad un aspetto particolare della vita: carriera, amicizia, studio, creatività, famiglia, salute, relazioni, ricchezza e fama. Il Feng Shui è in pratica un’ambiente-terapia che cura lo spirito e il corpo, attraverso l’interazione con i luoghi in cui si vive e si lavora.
Ayurveda – Secondo la medicina Ayurvedica tutte le funzioni biologiche e psicologiche dell’essere umano hanno sede nei cinque Kosha (corpo fisico, pranico, mentale, intellettuale e spirituale). Di grandissima importanza è la costituzione individuale, o Prakryti, governata da tre forze primarie chiamate Dosha (Vata, Pitta, Kapha). Questi derivano dalla combinazione degli elementi aria, terra, fuoco e acqua e rappresentano le tre energie vitali che pervadono tutto l’Universo, umanità compresa. Quando i Dosha non sono equilibrati e in accordo con la costituzione individuale generano un indebolimento dell’organismo e l’insorgere della malattia. Nata in India più di 5.000 anni fa, costituisce un sistema diagnostico e terapeutico che utilizza un vasto spettro di rimedi naturali, con un approccio altamente personalizzato. Questa scienza considera l’uomo nella sua globalità, attribuendo la stessa importanza a corpo, mente e spirito.
Biodanza – Si tratta di un’esperienza basata sulla musica e sul movimento che favorisce lo sviluppo delle potenzialità umane e permette la libera espressione dell’energia vitale che accomuna tutti gli esseri viventi. Essa è connessione con la vita intesa come connessione con se stessi, con gli altri e con l’universo. Le sessioni di Biodanza si svolgono sempre in gruppo. Gli esercizi, che possono essere eseguiti individualmente, in coppia o in gruppo, hanno sempre obiettivi precisi e stimolano di volta in volta la vitalità, la creatività, l’erotismo, la comunicazione e altro ancora. La musica e il movimento portano al superamento di schemi comportamentali ed emotivi che limitano la libera espressione dell’individuo.
Canto Armonico – Rappresenta la forma più sottile e trasformativa di utilizzo del Suono. Il canto armonico, detto anche canto difonico, diplofonie e triplofonie, ed in inglese overtone singing, è una tecnica di canto nella quale il cantante sfrutta le risonanze che si creano nel tratto vocale (che si trova tra le corde vocali e la bocca) per far risaltare gli armonici presenti nella voce. In questo modo una singola voce può produrre simultaneamente due o più suoni distinti. Il canto armonico è un corpus di tecniche vocali che rendono percepibili gli armonici di un suono fondamentale. Le tecniche più note provengono dall’Asia centrale, e sono state riscoperte da musicisti contemporanei verso la fine degli anni ’60, riaprendo le porte di un mondo iniziatico nel quale valenze acustiche, geometriche, matematiche e filosofiche si intrecciano fluidamente in forma sonora.
Auricoloterapia – Secondo l’Auricoloterapia ad ogni parte del corpo corrisponde un punto preciso del padiglione auricolare. Caratterizzato da una forma che ricorda l’immagine di un feto capovolto in posizione raccolta, l’orecchio esterno riflette tutte le parti dell’organismo umano e permette l’accesso agli organi interni e alle loro funzioni. A differenza dell’agopuntura, questa corrispondenza non è visibile in un soggetto sano ma può essere rilevata solo in presenza di uno squilibrio. Ha una funzione diagnostica in quanto consente l’individuazione di squilibri fisici o patologie in atto. In questa fase il padiglione auricolare viene sondato mediante pressione diretta o mediante apparecchi che rilevano l’impedenza cutanea. La fase terapeutica prevede la stimolazione dei punti rilevati mediante diverse tecniche tra cui massaggi, punture con aghi, stimolazione elettrica, laser o infrarossi. Il trattamento del padiglione auricolare porta alla correzione dei disturbi funzionali ed organici degli organi corrispondenti ai punti trattati.
Il Craniosacrale è una disciplina orientata alla salute, che opera allo scopo di preservare, consolidare e favorire il benessere e lo stato di salute della persona, considerata nella sua globalità somatica. Si avvale di un contatto delicato in varie zone corporee: direttamente o indirettamente collegate al Sistema Craniosacrale, comprese le zone connesse al sistema viscerale. L’obiettivo è l’attivazione e la stimolazione delle risorse innate e delle capacità di riequilibrio intrinseche, la spontanea integrazione e riorganizzazione delle funzioni vitali e la capacità di armonizzazione con i ritmi naturali. Il modello Craniosacrale, considerando la salute una forza intelligente che genera e mantiene la nostra struttura, forma e fisiologia, ne rintraccia l’espressione corporea nella Respirazione Primaria, un sistema metabolico poliritmico paragonabile alle onde dell’oceano: in superficie troviamo le onde della nostra condizione attuale e in profondità, con ritmi più lenti, quelle che ci provengono dalle forze originarie che hanno agito sin dal momento del concepimento e che modellano il nostro sviluppo da quando eravamo embrioni.
Chiropratica – La Chiropratica è una terapia naturale basata sul principio che il corpo umano è guidato da un’intelligenza innata che si manifesta attraverso gli stimoli nervosi. La normale trasmissione di questi stimoli tra il cervello e il resto del corpo, che rappresenta una condizione essenziale per il mantenimento dello stato di salute dell’organismo, può essere limitata da sublussazioni vertebrali di origine fisica, biochimica o emozionale. Il chiropratico si occupa di effettuare un’analisi completa della spina dorsale del paziente e di riposizionare le vertebre mediante movimenti delicati e specifici. Per ottenere risultati stabili una terapia chiropratica deve essere articolata in quattro fasi: una serie di sedute iniziali intensive, dei trattamenti di stabilizzazione, la riabilitazione e il mantenimento che comporta controlli periodici della colonna vertebrale.
Costellazioni Famigliari – Nell’ambito delle Costellazioni Familiari il singolo non viene considerato come un individuo isolato ma come membro di una comunità. La maggior parte dei problemi individuali possono essere messi in relazione al funzionamento globale del sistema di appartenenza o a schemi familiari inconsci. Le Costellazioni Familiari sono uno strumento per fare emergere, trasformare e risolvere dinamiche nascoste, spesso tramandate di generazione in generazione, che influenzano l’esistenza di tutti coloro che ne portano l’eredità. Le deviazioni sistemiche che hanno il maggiore impatto sulla vita dei singoli sono inconsce e devono essere trattate a livello energetico. Durante una costellazione il soggetto mette in scena il proprio sistema familiare (attuale o di provenienza), scegliendo tra gli altri partecipanti i rappresentanti della propria famiglia e mettendoli in relazione tra di loro. Questa rappresentazione crea un campo energetico (campo di influenza della famiglia), all’interno del quale i rappresentanti ricevono delle informazioni (stimoli fisici, emozioni, pensieri). Le dinamiche che si instaurano tra di loro permettono di portare alla luce e sciogliere le distorsioni del sistema.
Cristalloterapia – Il potere dei cristalli deriva dalla loro struttura atomica perfettamente ordinata nelle tre dimensioni dello spazio che si traduce in un elevato equilibrio materiale, strutturale ed energetico. In base alla propria struttura, ogni cristallo emette una vibrazione con una particolare frequenza che riordina e riequilibra tutti i processi energetici con i quali entra in risonanza. La cristalloterapia si basa sulla conoscenza e sull’utilizzo delle interazioni tra i cristalli e i processi energetici che stanno alla base della vita, interazioni che possono essere sfruttate per aiutare le persone, migliorare gli ambienti, facilitare i rapporti che ogni individuo ha con se stesso e con il mondo esterno. Le affinità energetiche tra i cristalli e i centri energetici del corpo umano consentono di utilizzare le vibrazioni dei cristalli per filtrare l’energia dei chakra, riallinearla e riordinarla secondo una struttura equilibrata. I cristalli scelti dal cristalloterapeuta vengono applicati nelle zone da trattare, in corrispondenza dei centri energetici interessati da uno squilibrio, seguendo schemi e procedure particolari.
Fitoterapia – La fitoterapia è una pratica farmacologia che utilizza esclusivamente principi attivi di origine vegetale, ricavati dalla pianta nel periodo di massima efficacia e preparati in forma di capsule, compresse o tinture madre. Per loro natura, le piante sono in grado di interagire con l’ambiente esterno esclusivamente modificando il proprio colore, l’odore o secernendo sostanze velenose. Queste funzioni sono possibili grazie alla produzione di sostanze chimiche – i metaboliti secondari – capaci di interagire con i processi biochimici di altri esseri viventi, incluso l’uomo. Sono proprio questi composti che, se opportunamente trattati e dosati, possiedono proprietà terapeutiche. L’utilizzo di composti fitoterapici deve essere consigliato da professionisti del settore che, oltre ad avere capacità diagnostiche adeguate, abbiano conoscenze approfondite su dosaggi, proprietà terapeutiche, controindicazioni ed effetti collaterali dei rimedi prescritti.
Floriterapia – Cura mediante i fiori, intesi come principi vibrazionali associati ai fiori. Oggi si è estesa ad altre essenze non floreali: animali, minerali, elementi della natura, astri. L’assunzione di essenze floreali lavora sul piano psichico – mentale provocando una riarmonizzazione; come conseguenza anche il piano emozionale e quello fisico vengono riequilibrati. Il meccanismo d’azione segue il principio di risonanza: ogni essenza ha una sua vibrazione caratteristica che può entrare in risonanza con una corrispondente frequenza in squilibrio all’interno dell’organismo umano. A differenza delle medicine allopatiche o dei rimedi fitopreparati e gemmoderivati e in modo paragonabile ai rimedi omeopatici le essenze floriterapeutiche non agiscono tramite meccanismi chimici all’interno del corpo fisico, ma forniscono un’informazione vibrazionale che l’organismo è libero di accogliere o meno nei tempi che ritiene più idonei. I rimedi vibrazionali lavorano sulla rimozione di ostacoli interni che impediscono all’organismo di recuperare il suo corretto stato di salute.
kinesiologia –  deriva da kinesis, movimento e logia, sapere, studio. Nata dalla Chiropratica come studio dei muscoli, si è oggi estesa a tantissimi campi, tanto che più che una tecnica la parola kinesiologia descrive uno strumento utile per conoscere il corpo umano in tutte le sue componenti, utilizzando il corpo fisico ed in particolare la sua parte strutturale per eseguire opportuni test muscolari kinesiologici. Tramite la kinesiologia è possibile interrogare il corpo fisico, la sua fisiologia, il suo stato di salute, le intolleranze alimentari e non alimentari, la presenza di patologie e di sintomi della più diversa natura, blocchi e squilibri energetici a livello di meridiani, punti di agopuntura, di Chakra, di Nadi. E’ anche possibile interrogare le emozioni, la psiche, le relazioni e lo spirito tramite opportune tecniche kinesiologiche. E’ inoltre uno strumento di interrogazione in quanto ha sviluppato tutta una serie di tecniche atte a riequilibrare e riarmonizzare gli squilibri individuati.
Pranic Healing – Il Pranic Healing è una terapia che sfrutta il potere di guarigione del Prana o energia vitale. Questa risorsa è a disposizione di chiunque sappia incanalarla e utilizzarla. Il Pranic Healing si apprende nell’ambito di seminari di due o tre giorni, articolati in diversi livelli. L’obiettivo è quello di riscoprirsi come portatori di guarigione, accedendo ad energie personali e universali. Il percorso è accompagnato da una crescita di consapevolezza e da una maturazione spirituale. Il Pranic Healing deriva dal Qi Gong, una millenaria pratica terapeutica cinese, e da antiche discipline basate sulla trasmissione dell’energia per mezzo delle mani. Le origini della Pranoterapia si perdono nei millenni in quanto la cura mediante l’imposizione delle mani nasce con l’uomo. Il concetto di energia vitale è da sempre presente in tutte le culture: PRANA per gli Indiani, QI per i Cinesi, MAGH per i Semiti, KA per gli Egizi. Questa energia universale è sempre stata considerata la fonte della vita, necessaria per il benessere e l’armonia.
Feldenkrais – Il metodo Feldenkrais è un metodo di auto apprendimento e auto consapevolezza corporea che utilizza la capacità innata dell’organismo di imparare i movimenti necessari alla vita. Il metodo si basa sugli stessi processi senso-motori utilizzati da un bambino che prova a muoversi per la prima volta nel campo gravitazionale. Questo stimola la ricerca di nuove modalità di movimento che non siano condizionate dagli schemi motori acquisiti nel corso degli anni. Il metodo Feldenkrais viene insegnato e praticato nell’ambito di sedute individuali o piccoli gruppi e si basa su sequenze di movimenti precisi che una volta appresi possono essere praticati in autonomia. Lo scopo è quello di correggere la postura, incrementando mobilità e flessibilità. Questi esercizi portano inoltre a una maggiore coordinazione e a un profondo rilassamento che si traducono in un benessere fisico e psicologico. L’insegnante può intervenire attraverso il tocco per stimolare il sistema nervoso e favorirne una riorganizzazione più funzionale.
Radiestesia – Le origini della radiestesia sono antichissime. In alcune camere funerarie egizie sono stati rinvenuti pendoli utilizzati probabilmente per identificare i siti più appropriati per l’edificazione dei monumenti. Questo tipo di indagine energetica veniva effettuato anche in Cina dove la costruzione delle case veniva preceduta da rilevamenti con il pendolo. La Radiestesia moderna si è diffusa all’inizio del secolo in Europa grazie alle attività di alcuni ecclesiastici francesi.
Rebirthing – E’ un processo di espansione della coscienza, intimamente connesso alla vita, che lavora a livello fisico, mentale, emozionale e spirituale. Utilizzando come strumenti la respirazione circolare e un lavoro di attenta osservazione di sé stessi, permette di ripercorrere la propria storia e rielaborare quelle esperienze che limitano il libero fluire dell’energia vitale e l’espressione di potenzialità e risorse personali. Spesso gli eventi e i processi di condizionamento che hanno dato origine all’attuale atteggiamento nei confronti della vita, hanno radici molto lontane e possono essere ricondotti addirittura al momento della nascita: il primo grande viaggio verso l’ignoto che tutti hanno dovuto affrontare. Una seduta di Rebirthing comprende generalmente due momenti distinti. Il primo prevede un approccio verbale durante il quale si analizzano problemi e blocchi presenti, mettendoli in relazione al proprio passato. La seconda parte della seduta è dedicata alla respirazione che permette di accedere a nuove informazioni ed elaborare profondamente i contenuti emersi durante il colloquio.
Reiki – Nato in Giappone dagli studi del medico Mikao Usui, il concetto di reiki si basa su tradizioni molto antiche, ma è stato concepito in quanto tale solo nel tardo ottocento. Si dice che Usui abbia ricevuto l’abilità di curare attraverso l’imposizione delle mani dopo tre settimane di meditazione sul monte Kurama. Secondo la sua idea, le mani possono canalizzare l’energia dell’uomo (e, per proprietà transitiva, dell’universo) e trasmetterla anche ai soggetti che, a causa di qualche disturbo di cui soffrono, non riescono più a percepirla.
Riflessollogia – Per riflessologia si intende una pratica di medicina alternativa consistente nella stimolazione, tramite un particolare massaggio o tocco, di zone del corpo chiamate punti riflessi. Per zona riflessa si intende un punto della superficie corporea su cui si proietta un determinato organo collocato anatomicamente, lontano da tale punto. Agendo su questi punti si può condizionare positivamente l’organo corrispondente; per questo motivo la riflessologia rientra nel settore delle medicine complementari ed è considerata una tecnica olistica di guarigione.
Sciamanesimo – Lo sciamanesimo è la forma di spiritualità più antica del mondo. Non si basa su un sistema di credenze ma sulla Conoscenza, acquisibile solamente attraverso l’esperienza diretta di una realtà invisibile che non può essere percepita negli stati ordinari di coscienza. Lo sciamanesimo è un viaggio nel Piano Spirituale dal quale ha origine il mondo materiale. In questo piano sono accessibili il potere personale, la guarigione e la saggezza. Lo sciamano (dal tunguso saman: chi è in stato di estasi) è un intermediario che interagisce e comunica con mondi invisibili. Il viaggio sciamanico è un percorso iniziatico al di là del tempo e dello spazio che apre un varco verso la Conoscenza e conduce il Sé alla totalità. Le pratiche sciamaniche attivano energie di trasformazione molto intense che ampliano la percezione della vita, sviluppano il potere personale di ognuno e risvegliano le capacità creative della mente istintiva e profonda. Lo sciamanesimo riconduce l’individuo a una spiritualità autentica che rappresenta l’unica via verso una reale guarigione.
Shiatsu – Shiatsu significa “Shi=dito / atsu=pressione : pressione digitale”. Questa tecnica, basata su tradizioni orientali antichissime, ha lo scopo di mantenere e ristabilire l’equilibrio e il funzionamento dei sistemi energetici che garantiscono all’individuo salute e benessere fisico, emozionale e mentale. La tecnica si basa sulla stimolazione dei canali energetici, o meridiani, che permettono il flusso dell’energia all’interno dell’organismo, attraverso organi, ghiandole, muscoli, articolazioni e sistema circolatorio. Durante un trattamento vengono effettuati diversi tipi di pressione con le dita e con le mani o con altre parti del corpo come i gomiti e le ginocchia. Sono inoltre previste tecniche di stiramento specifiche Shiatsu per completare il trattamento. Durante il trattamento si instaura tra operatore e ricevente una comunicazione non verbale, grazie alla quale gli effetti dello Shiatsu si estendono dal corpo fisico ai livelli energetici più profondi, agendo su tutti gli aspetti della realtà della persona.
Medicina Tradizionale Cinese – Sviluppatasi in Cina a partire dal 3000 a.C, la medicina tradizionale cinese è uno dei più antichi sistemi terapeutici dell’umanità. Il più antico trattato medico cinese, Il canone di medicina interna dell’Imperatore Giallo, risale a più di 2500 anni a.C. Attualmente in Cina la Medicina Tradizionale viene insegnata nelle università e praticata negli ospedali accanto alla medicina convenzionale. Considera l’essere umano come il prodotto dell’unione inscindibile di corpo, psiche e spirito, animato dalla stessa energia vitale che permea l’intero universo. IL Qi o Ki scorre nell’organismo umano all’interno di canali energetici chiamati meridiani. Tutti i processi vitali derivano dell’interazione di due principi universali lo Yin e Yang il cui equilibrio deve essere rispettato all’interno dei singoli organi e dell’organismo nel suo complesso. Attraverso domande e mediante l’osservazione di polsi, occhi, cute e lingua l’operatore di MTC valuta lo stato energetico della persona e utilizza la fitoterapia, il consigli alimentari, l’agopuntura, la moxibustione e le pratiche energetiche come il massaggio e il Qi Kong per un’azione riequilibrante.
Watsu – Il termine “Watsu®” nasce dall’unione delle parole “Water” e “Shiatsu”, essendo nato, in origine, da una ricerca di applicazione dello Shiatsu in acqua calda. Nel tempo il Watsu si è evoluto assumendo caratteristiche diverse dallo Shiatsu e delineandosi come disciplina sé stante. Grazie alla sospensione dinamica in un mezzo fluido e alle manovre compiute dal Watsuer, le articolazioni possono muoversi liberamente in ogni direzione e la muscolatura può rilasciare facilmente le tensioni accumulate. Il meccanismo fisiologico della differenza delle sensibilità superficiali consente poi al cliente di raggiungere uno stato di rilassamento simile al sonno profondo, favorito dall’avere gli occhi di norma chiusi, le orecchie immerse nell’acqua e la pelle avvolta in un fluido alla sua stessa temperatura. Al sostegno dinamico si uniscono ondulazioni ritmiche, leggere digitopressioni e delicati stretching che concorrono allo scioglimento delle tensioni psico-fisiche
Ho’oponopono – Ho’oponopono è un metodo di pulizia mentale e spirituale, una purificazione dalle paure e dalle preoccupazioni, dai modelli comportamentali distruttivi, dai vecchi dogmi e paradigmi che sono di ostacolo alla nostra evoluzione personale e spirituale. È la purificazione dei blocchi presenti nei nostri pensieri e nella nostra struttura cellulare, poiché ciò che pensiamo si manifesta nel nostro corpo. Questo metodo di origine hawaiana si basa sul rendersi conto che viviamo in un universo di abbondanza e che Dio desidera che anche noi godiamo di questa pienezza e di questa perfezione. Ma l’ostacolo all’esperienza della vera pienezza siamo noi stessi, i nostri pensieri giudicanti e l’attaccamento a paure e preoccupazioni, a dubbi e alla coscienza collettiva negativa che ci impedisce di vivere la nostra perfezione. Il rituale di perdono di Ho’oponopono è amore in azione. Perdoniamo noi stessi e gli altri per esserci feriti o non esserci aiutati in un dato momento.
0
  Related Posts
  • No related posts found.

Aggiungi un commento